..................

Biopiscina

 

 

Cos'è la Biopiscina

è una piscina naturale di facile realizzazione e manutenzione. Si tratta di uno specchio d'acqua balenabile ed ecosostenibile, dove le piante acquatiche sostituiscono l'uso del cloro e convivono con microrganismi.

E’ un sistema completamente biologico a partire dalla filtrazione dell’acqua che avviene in modo completamente naturale senza l’intervento di sostanze chimiche come il cloro ma attraverso piante acquatiche che trovano dimora all’interno dell’impianto in spazi delimitati detti di filtrazione.

La differenza tra la piscina tradizionale e la “biopiscina” sta nel differente trattamento delle acque. Infatti, la piscina tradizionale, per purificare l’acqua e renderla atta al nuoto e allo svago, si affida a sistemi chimici. La “biopiscina” invece si affida a sistemi di filtrazione naturale che sono rappresentati dalla microflora e microfauna e dalle piante acquatiche (spondali, palustri, sommerse, galleggianti). Le piante hanno la funzione di assorbire azoto disciolto nell’acqua per limitare

i fenomeni di eutrofizzazione che portano ad una forte presenza di alghe e di intorbidimento dell’acqua. La microflora e la microfauna hanno la funzione di vero e proprio filtraggio. Per potere ottenere un filtraggio naturale occorre dividere la “biopiscina” in due parti: la zona balneabile, utilizzabile per il nuoto e le attività ricreative e la zona cosiddetta di “rigenerazione”. In questa si collocano le piante acquatiche e si ha la maggior presenza di microflora e microfauna utile (presenti, anche, nell’acqua della zona balneabile). L’impermeabilizzazione viene ottenuta con teli in pvc. La biopiscina, pertanto, è un luogo vivo che deve raggiungere un equilibrio tra le popolazioni degli organismi viventi che lo abitano; al contrario, la piscina tradizionale è un ambiente asettico in cui la balneabilità è raggiunta in totale artificialità.

..................

..................