..................

Degrassatori

 

Per la separazione di grassi e sabbie o inerti.

Il principio di funzionamento è quello classico semplicemente adattato al particolare processo produttivo dei manufatti componenti l’impianto (stampaggio rotazionale di polietilene lineare).

Possono essere trattate con un degrassatore tutte le acque reflue addotte da collettori fognari separati da quelli convoglianti acque fecali.

Le acque reflue raggiungono, attraverso fognature normalmente costruite con tubi in PVC o PP, una comune camera di raccolta D (vedi disegno ) all’interno della quale avviene la separazione tra l’acqua e le parti più leggere contenute nella stessa che raggiungono la superficie e le parti più pesanti o sabbiose che velocemente vanno a sostare nella parte inferiore del manufatto.

Tutti i materiali separati e quindi più leggeri dell’acqua, in superficie, o più pesanti dell’acqua, sul fondo, vengono accumulati e trattenuti lasciando libero il passaggio verso l’uscita dotato di un particolare dispositivo che limita il trascinamento di altre impurità.

Il trattamento, attraverso la rimozione dei solidi, consente l’abbattimento di una parte consistente del carico inquinante.

L’accumulo di materiale galleggiante e di sabbie, inerti o fanghi, determina la necessità di prelievi periodici effettuati da Aziende Specializzate che conferiranno ad appositi centri di stoccaggio o ad altri trattamenti autorizzati dall’Autorità Competente.

..................

..................